Rivista di Studi Ecumenici

L'Istituto pubblica una rivista di carattere scientifico: Studi Ecumenici. La rivista vuole essere uno strumento di formazione ecumenica e di ricerca teologica; un mezzo per favorire il dialogo teologico fra le chiese. Esce con scadenza trimestrale. Si articola in tre sezioni:

a) Studi e ricerche: raccoglie i contributi dei docenti dell'Istituto e di altri ricercatori e teologi ecumenici

b) Informazioni dal mondo ecumenico: presenta in sintesi i più salienti avvenimenti del mondo ecumenico

c) Rassegna bibliografica: la sezione si articolata in Recensioni e  Presentazioni.

Rivista di studi ecumenici anno XVII (1999), n. 1 (13)

L’autore propone alcune riflessioni sul modo di affrontare la questione del papato. Uno degli aspetti di maggior rilevanza è il fatto che l’istituto papale ha preso corpo in risposta a situazioni storiche concrete, sia teologiche, sia politiche, e che quindi non dovrebbe mai essere considerato come qualcosa di statico, bensì...
L’autore si sofferma sui problemi e sulle prese di posizione di Lutero e della prima generazione di riformatori luterani. Per la discussione sul primato sono fondamentali il ruolo e l’importanza attribuiti alla parola di Dio. La reazione al papato medievale si è espressa prendendo di mira gli abusi nei confronti...
L’aspetto distintivo dell’ecclesiologia anglicana è il concetto del «vescovo nel sinodo». Alcune prese di posizione da parte anglicana sulla relazione fra primato e collegialità si trovano nel Virginia Report, in cui si cerca di collegare gli elementi personale, collegiale e comunitario nell’esercizio del ministero di supervisione. Nella conferenza di Lambeth...
L’autore sottolinea che molto rimane da fare prima che cattolici e metodisti possano dirsi d’accordo su una nozione di sovrintendenza di unità o di una presidenza universale. Comunque, anche se vi sono delle differenze di linguaggio, vi sono anche delle somiglianze nella pratica, in particolare se si considera che il...
Dopo aver illustrato il concetto e la realtà delle chiese sorelle, delle antiche chiese orientali e dell’unità della chiesa nel primo millennio, l’autore chiude la sua presentazione con quattro punti: 1) «Il primato, ovvero la posizione preminente, del vescovo di Roma in quanto successore di Pietro è un fatto...»; 2)...

Il primato nella chiesa

Scritto da Giovanni Zizioulas
Per l’autore la celebrazione eucaristica è il luogo in cui possiamo vedere espressa la vera natura della comunione della chiesa. È qui che si coglie con maggior chiarezza la natura teologica del problema del primato. La dignità ecclesiale di ciascuna chiesa locale va rispettata nella sua integralità. Per gli ortodossi,...
L’autore si sofferma sui pericoli (dal punto di vista dell’esperienza russa) dell’autonomia della chiesa locale, poiché le chiese locali non vivono nell’isolamento, ma hanno bisogno le une delle altre per essere riconosciute come veramente apostoliche. A sostegno del suo punto di vista ricorda il canone 34 della cosiddetta collezione dei...
Dopo una rassegna delle due tradizioni patristiche, orientale e occidentale, sul problema del primato, l’autore conclude: L’unità della chiesa non è solo un’unità cristologica, monarchica, ma anche un’unità pneumatologica, di comunione. La teologia patristica ha capito che l’individualismo può essere superato solo da un’ecclesiologia di comunione, fondata sulla fede di...
L’autore sottolinea il fatto che le chiese che si ispirano alla Riforma di Calvino (il quale era del parere che il papato fosse incompatibile con lo spirito del Nuovo Testamento) escludono un ministero di supervisione universale e personale. L’ordinamento fondamentale delle chiese riformate è democratico, poiché prevede la partecipazione dell’intera...
Da un punto di vista battista, «l’egualitarismo dei battisti e il potere delle comunità locali» sottolineano che l’unità e ogni ministero di unità risiedono nella chiesa locale, per la quale il vicarius Christi è lo Spirito santo e non un individuo. I battisti potrebbero accettare il ministero petrino come una...
Le riflessioni dell’autore ruotano attorno alla questione filosofica fondamentale della relazione fra l’«uno» e i «molti», che, dal punto di vista teologico, si esprime nella articolazione della Trinità e nella relazione fra l’unità ecclesiale e la questione del primato. «Poiché l’unità ecclesiale è modellata sull’unità trinitaria, possiamo supporre che l’unità...

Il kairos ecumenico e il primato

Scritto da J.M.R. Tillard
L’autore riconosce che il contesto della dottrina del concilio sul primato è quello della collegialità. Quel che è stato lasciato incompiuto dal Concilio è stata l’esplicitazione di questo fatto in una struttura sinodale. Il primato è il custode del bene comune della koinōnia; è un dono di Dio per la...
In uno sguardo retrospettivo l’autore traccia una sintesi dei punti più salienti degli interventi al simposio su “Il ministero petrino e l’unità della Chiesa”, sottolineando le piste più promettenti per un proseguimento del dialogo fra le chiese sul tema in discussione (pp. 233-242)...

Abbonamenti Italia 2017

Rivista Studi Ecumenici: 35,00 €

Quaderni di Studi Ecumenici: 25,00 €

Rivista+Quaderni: 50,00 €

Conto Corrente Postale n. 18735308
Intestato: Associazione F.R.A.T.E.R. - Rivista Studi Ecumenici

Abbonamenti Estero 2017

Rivista Studi Ecumenici: 40,00 €

Quaderni di Studi Ecumenici: 30,00 €

Rivista+Quaderni: 60,00 €

Sconto del 50%

sulle annate della rivista comprese fra il 1983 e il 2010

 

Orari Segreteria

Lunedì Chiusa  
Martedì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Mercoledì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Giovedì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Venerdì 9.00 - 12.00  Chiusa

 Nei mesi di Luglio e Agosto si può contattare la segreteria tramite mail

Biblioteca San Francesco della Vigna

Biblioteca San Francesco della Vigna

Le biblioteca del convento, le cui origini risalgono al XIII secolo, dopo varie vicissitudini storiche è ora biblioteca provinciale e di supporto all'Istituto di Studi Ecumenici. L'attuale patrimonio librario della biblioteca consiste di un fondo antico composto di circa 30.000 volumi e di un fondo moderno di circa 80.000 opere. A tale patrimonio librario va aggiunta la sezione delle riviste che conta 665 testate (363 correnti e 302 cessate).