Rivista di Studi Ecumenici

L'Istituto pubblica una rivista di carattere scientifico: Studi Ecumenici. La rivista vuole essere uno strumento di formazione ecumenica e di ricerca teologica; un mezzo per favorire il dialogo teologico fra le chiese. Esce con scadenza trimestrale. Si articola in tre sezioni:

a) Studi e ricerche: raccoglie i contributi dei docenti dell'Istituto e di altri ricercatori e teologi ecumenici

b) Informazioni dal mondo ecumenico: presenta in sintesi i più salienti avvenimenti del mondo ecumenico

c) Rassegna bibliografica: la sezione si articolata in Recensioni e  Presentazioni.

Rivista di studi ecumenici anno XV (1997), n. 3 (13)

Ruach. Il pensiero ebraico

Scritto da Amos Luzzato
Su quattro esempi biblici (Gn 2, 7; 1Re 19, 11; Is 11, 2-3; Zc 4, 6) si fonda l’ipotesi della presenza di due significati per il vocabolo e il concetto di ruach, così come è attestato nel Vecchio Testamento. Da una parte, ruach indica un materiale fluido, che può dare...
L’Autore analizza la pericope Ro 8, 14-27, deducendo e sottolineando l’azione dello Spirito Santo in relazione a una doppia prospettiva: antropologica e cosmologica. Nella prospettiva antropologica, la parola “spirito” indica una dimensione divina, una componente umana e la loro connessione di comunione reciproca che culmina nel tema del Figlio. Nella...
L’articolo inizia con alcune riflessioni di natura filosofica. Il suo scopo è quello di mettere in evidenza una profonda affinità metodologica al dibattito teologico. Tale approccio può essere utile anche per la metodologia ecumenica. Il discorso si sviluppa poi lungo diverse linee fondamentali. A causa del peccato, l’uomo non è...
La teologia ortodossa distingue la persona dello Spirito Santo dai suoi doni trasmessi agli uomini. Ciononostante, questa teologia non opera una distinzione puntuale fra questi doni e quelli infusi nella Grazia. Lo Spirito Santo è “ciò che santifica” le persone. Lo Spirito Santo è mandato al mondo o, più precisamente,...
Il movimento ecumenico, che opera nella direzione del ristabilimento dell’unità visibile di tutti i cristiani, è nato su dettato dello Spirito Santo, ed è opera dello Spirito Santo stesso. Il raggiungimento di questa meta è irto di difficoltà e richiama una grave responsabilità; lo Spirito viene in aiuto della nostra...

Unità e diversità nello Spirito

Scritto da Renzo Bertalot
Dopo aver preso in considerazione i termini “identità” e “pluralismo”, l’Autore sottolinea la stretta relazione esistente fra l’opera dello Spirito e la cristologia. Vi è uno Spirito che distribuisce doni diversi in modi differenti da persona a persona, per la costruzione della comunità. La caratteristica di questi doni è spesso...
L’Autore cerca di organizzare i vari riferimenti riguardanti lo Spirito Santo e l’ecumenismo intorno all’idea fondamentale di incarnazione, apice del mistero dell’autocomunicazione divina. Oggi come nel passato, il Verbo è incarnato “attraverso l’opera dello Spirito Santo”. La Chiesa, come Maria, viene invitata ad aprirsi alla vita e a farsi docile...
L’avvicendamento da una prospettiva ecclesiologica ad una pneumatologica ha fortemente segnato cinquant’anni di vita del Consiglio Ecumenico delle Chiese. Se, da una parte, i temi individuati dal Consiglio Ecumenico delle Chiese nel suo riesaminare e richiamare l’opera della Santa Trinità abbozzano ciò che può essere chiamata “perichoresi ecumenica”, dall’altra la...
L’Autore, facendo specifico riferimento al documento di Dombes Per la conversione delle Chiese (1991), focalizza il proprio intervento sulla funzione fondazionale e creativa della Parola dello Spirito rivolta alle Chiese. Il tempo della Chiesa è il tempo del Verbo e perciò la Chiesa deve porsi al servizio del Verbo, vivendo...
Lo studio parte dall’azione redentrice di Cristo, che restituisce all’uomo e al creato, dopo il peccato, la possibilità di uno sviluppo coerente al disegno di Dio. La teologia trinitaria riesce a conquistare l’azione redentrice di Cristo in armonia con l’azione dello Spirito che “rinnova la terra” e conduce tutte le...
L’articolo traccia lo schema del ricupero di una prospettiva pneumatologica nella ricerca ecumenica sulla creazione che emerge soprattutto dai testi dell’Assemblea del Consiglio Ecumenico delle Chiese tenutasi a Canberra. Una descrizione della creazione in termini sacramentali viene proposta accanto all’accentuazione escatologica, al fine di delineare prospettive per la spiritualità cristiana...
In parrocchia viviamo la relazione con lo Spirito Santo in modo molto superficiale. Essa è confinata a festività particolari o è rappresentata da gruppi che a volte sembrano un po’ strani o curiosi. Nonostante ciò, vi è un profondo bisogno e desiderio dello Spirito di Gesù - Spirito dell’unità della...
Questa nota intende rispondere succintamente alla domanda: lo Spirito Santo è protagonista dimenticato nei dialoghi bilaterali? La risposta potrebbe essere considerata ovvia, se ci limitiamo ad una lettura superficiale dei documenti prodotti dalle commissioni di dialogo locali e internazionali. Un’attenta lettura dei documenti rivela la presenza di ricchi accenni alla...

Abbonamenti Italia 2017

Rivista Studi Ecumenici: 35,00 €

Quaderni di Studi Ecumenici: 25,00 €

Rivista+Quaderni: 50,00 €

Conto Corrente Postale n. 18735308
Intestato: Associazione F.R.A.T.E.R. - Rivista Studi Ecumenici

Abbonamenti Estero 2017

Rivista Studi Ecumenici: 40,00 €

Quaderni di Studi Ecumenici: 30,00 €

Rivista+Quaderni: 60,00 €

Sconto del 50%

sulle annate della rivista comprese fra il 1983 e il 2010

 

Orari Segreteria

Lunedì Chiusa  
Martedì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Mercoledì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Giovedì 9.00 - 12.00 15.00 - 17.30
Venerdì 9.00 - 12.00  Chiusa

 Nei mesi di Luglio e Agosto si può contattare la segreteria tramite mail

Biblioteca San Francesco della Vigna

Biblioteca San Francesco della Vigna

Le biblioteca del convento, le cui origini risalgono al XIII secolo, dopo varie vicissitudini storiche è ora biblioteca provinciale e di supporto all'Istituto di Studi Ecumenici. L'attuale patrimonio librario della biblioteca consiste di un fondo antico composto di circa 30.000 volumi e di un fondo moderno di circa 80.000 opere. A tale patrimonio librario va aggiunta la sezione delle riviste che conta 665 testate (363 correnti e 302 cessate).