Per svolgere il suo compito ecumenico, la chiesa ha bisogno di un buon numero di esperti in questa materia: ministri ordinati, religiosi, laici, uomini e donne. (Giovanni Paolo II)

 

All’interno del progetto di ricerca “per una teologia dell’ospitalità”, l’ISE invita al convegno annuale dedicato al tema. Accanto alla riflessione di tipo teologico, sono indagate anche alcune esperienze in ordine all’ospitalità promosse dalle chiese e realtà ecumeniche. Interverranno esperti del gruppo di ricerca, istituito presso l’ISE anche grazie al sostegno economico delle chiese metodiste e valdesi. Sono invitati docenti e studenti di teologia, operatori sociali, quanti lavorano nel campo delle migrazioni e delle relazioni interculturali, oltre agli educatori.

Programma

10.30 Saluti

          prof. Stefano Cavalli ofm,

          preside, ISE


         Introduzione e modera

         prof. Placido Sgroi, ISE


10.45 Meditazione francescana sull'ospitalità

           prof. S. Cavalli


11.00 L'ospitalità come paradigma: note di una teologia del pluralismo religioso

           prof. Claudio Monge op, Facoltà teologica dell'Emilia Romagna

11.45  L'ospitalità come sfida: suggestioni per una teologia pubblica

            prof. Brunetto Salvarani, Facoltà teologica dell'Emilia Romagna


12.30 Dibattito sulle relazioni della mattina

13.00   Pausa pranzo

14.30 Modera e conclude

          prof. Marco Dal Corso, ISE

          Una testimonianza ecumenica. Il SAE: praticare l'ospitalità per ampliare il dialogo

          dott.ssa Anna Urbani, SAE Venezia


14.45 Tavola rotonda. Ospitalità: dalla diakonia all'ekklesia e ritorno

          don Giovanni De Robertis, Fondazione Migrantes e prof. Paolo Naso, Università La    Sapienza, Roma 

16.00: Dibattito sui temi della tavola rotonda tavola

16.45: Conclusioni

NB: si può scaricare locandina e invito

Biblioteca San Francesco della Vigna

Biblioteca San Francesco della Vigna

Le biblioteca del convento, le cui origini risalgono al XIII secolo, dopo varie vicissitudini storiche è ora biblioteca provinciale e di supporto all'Istituto di Studi Ecumenici. L'attuale patrimonio librario della biblioteca consiste di un fondo antico composto di circa 30.000 volumi e di un fondo moderno di circa 80.000 opere. A tale patrimonio librario va aggiunta la sezione delle riviste che conta 665 testate (363 correnti e 302 cessate).